Stazione ferroviaria di San Giovanni di Casarsa

Informazioni

Posizione geografica
Indirizzo: Via Runcis.
Frazione: San Giovanni.
Comune: Casarsa della Delizia.
Provincia: Pordenone.
Regione: Friuli Venezia Giulia.
Dettagli geografici
La stazione dista circa 150 metri dal cento cittadino di San Giovanni di Casarsa della Delizia.
La stazione dista circa 2 km dalla Strada Regionale 13 “Pontebbana”, una delle più importanti arterie di collegamento tra Udine, Pordenone e Venezia.
La stazione ha la particolarità di essere distante soltanto 1,666 km dal capolinea di Casarsa: questa distanza è la minima tra due stazioni in Friuli Venezia Giulia.
Accessi alla stazione
Unico accesso da Via Runcis.
Comuni serviti
Comune di Casarsa della Delizia (PN): San Giovanni, Versutta.
Comune di San Vito al Tagliamento (PN): Prodolone.
Posizione ferroviaria
Km 19+450 della linea ferroviaria Casarsa–Portogruaro.
Stazioni successive
Casarsa, a 1+666 km in direzione Casarsa.
San Vito al Tagliamento, a 3+459 km in direzione Portogruaro.
Data di apertura
Inaugurazione: 27 Agosto 2005.
Entrata in esercizio: 12 Settembre 2005.
Cenni storici
La stazione, a differenza delle altre fermate della linea in esercizio dal giorno di apertura della linea ferroviaria che collega Casarsa a Portogruaro, è stata costruita soltanto una decina di anni fa, dopo molti anni di attesa dalla richiesta del comune di Casarsa della Delizia di istituire una fermata ferroviaria ubicata a soli 150 metri dalla piazza centrale della frazione più popolosa, ovvero San Giovanni, che conta circa 3.500 abitanti.
La costruzione della stazione è avvenuta tra Ottobre e Dicembre 2004, mentre l’esercizio del servizio ferroviario è partito il 12 Settembre 2005.
In occasione dell’inaugurazione, avvenuta il 27 Agosto 2005, è stato fatto transitare per la prima volta in servizio sulla linea Casarsa–Portogruaro, ma anche sulla rete ferroviaria regionale, il primo e nuovo treno Minuetto a trazione diesel, il numero 41, acquistato grazie al contributo della regione Friuli Venezia Giulia.
Con la costruzione della stazione, interamente finanziata e realizzata con fondi dell’amministrazione dalla provincia di Pordenone per un ammontare di circa 320.000 €, è stata recuperata una piccola area di proprietà delle Ferrovie dello Stato che era rimasta per lungo tempo in stato di abbandono.
La riqualificazione è stata impostata su interventi molto leggeri: la scelta dei materiali utilizzata per il rivestimento delle pareti del muro della pensilina per l’attesa dei viaggiatori risponde ad esigenze di integrazione con i segni ereditati dal passato.
Il rivestimento esterno della struttura portante della copertura è stato realizzato da vecchi artigiani locali attraverso il riuso di sassi recuperati da una demolizione di un fabbricato a Prodolone di San Vito al Tagliamento.
La copertura, invece, è stata realizzata in vetro stratificato con struttura portante costituita da profili in acciaio.
Negli ultimi anni sono stati installati i nuovi cartelli con la denominazione della fermata e una nuova obliteratrice.
Tipologia di stazione
Stazione di superficie.
Stazione passante.
Tipologia di impianto
La stazione è composta soltanto da una tettoia; non è presente alcun edificio.
Gestore dell’impianto
RFI – Rete Ferroviaria Italiana, società del gruppo “Ferrovie dello Stato Italiane”.
Categoria dell’impianto
Categoria Bronze, in cui sono inclusi gli impianti piccoli con una bassa frequentazione che svolgono servizi regionali.
Servizi informativi
In stazione è possibile usufruire di:
Informazioni cartacee esposte tramite bacheche.
Informazioni vocali emesse tramite altoparlanti.
Validatrici di titoli di viaggio.
I seguenti servizi non sono presenti:
Informazioni visive emesse tramite monitor.
Numero di binari
Binari per la movimentazione passeggeri: 1.
Personale ferroviario
Stazione non presenziata da personale ferroviario.
Categorie di treni che fermano in stazione
Treno Regionale.
Flusso viaggiatori
150 viaggiatori/giorno circa.
24^ stazione del Friuli Venezia Giulia per numero di viaggiatori.
6^ stazione della provincia di Pordenone per numero di viaggiatori.
Il numero di viaggiatori corrisponde al valore medio del numero di persone salite più il numero di persone discese in un giorno feriale invernale; il dato è stato calcolato nell’anno 2007.
Quantità di corse giornaliere
31 corse.
Il numero di corse (treni più autobus sostitutivi) è calcolato in un giorno lunedì–venerdì feriale invernale.
Trasporto merci
In stazione transitano i carri merci che circolano tra Casarsa e lo scalo merci GMI – Grandi Molini Italiani situato a Casette di Sesto al Reghena.